Arrivo
Partenza
Camere
Adulti
Bambini
Promo code

Domenica gratuita al museo

Da tempo, la prima domenica del mese i musei, i siti archeologici e storici italiani sono aperti gratuitamente. Una promozione che serve a spingere le persone ad approcciarsi al patrimonio culturale del nostro paese senza lo “scoglio” di un biglietto d’ingresso.

A Palermo, domenica 5 maggio saranno numerosi i siti aperti a ingresso gratuito a cominciare, non lontano dal nostro albergo, dalla Palazzina Cinese, la pittoresca residenza di campagna della famiglia reale dei Borbone. Costretti a lasciare Napoli per l’esplodere di una rivolta, nel 1799 re Ferdinando e la sua famiglia si trasferirono a Palermo e qui si sistemarono nel grande Palazzo Reale. Come “seconda casa” scelsero una grande villa nella campagna a nord della città, che fecero ristrutturare in stile cinese (anche se vi sono anche alcune stanze decorate in stile pompeiano e neoclassico, per assecondare il gusto della regina Carolina). La Palazzina è visitabile dalle 9 alle 13,30.

Stessi orari per un’altra residenza, del tutto diversa: il Villino Florio fu costruito fra il 1899 e il 1902 ed era la dimora di Ignazio e Franca Florio, forse la coppia più conosciuta e invidiata di Palermo, sovrani del jet set dell’epoca. La villa è una bella costruzione in stile liberty, disegnata dal famoso architetto Ernesto Basile. Gravemente danneggiata da un incendio negli anni Sessanta, è stata recuperata con cura. Al Settecento, invece, risale Palazzo Mirto, dimora cittadina di una nobile famiglia palermitana, oggi aperta al pubblico che può così farsi un’idea di come viveva l’aristocrazia locale. Vi sono saloni affrescati, diversi arredi e decori (aperto ore 9-13). Un altro Palazzo è il Riso, coevo del Mirto. Gravemente danneggiato dai bombardamenti dell’ultima guerra, è stato ristrutturato e ospita oggi il Museo di Arte Contemporanea (aperto ore 10-19,30).

Altri due musei aderiscono all’apertura gratuita e sono il Palazzo Abatellis, che ospita opere di arte medievale e fino al Sei- Settecento, fra cui l’Annunciata di Antonello da Messina e l’emozionante Trionfo della Morte (apertura 9-13), e la Galleria di Arte Moderna che, dell’Abatellis, può considerarsi una prosecuzione, con opere che vanno dai paesaggisti dell’Ottocento ai dipinti di Guttuso (apertura 9-13,30). Entrambi i musei sono ospitati da sedi storiche molto prestigiose, rispettivamente un palazzo quattrocentesco e un antico convento. Segnaliamo infine il chiostro della Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, testimonianza del Medioevo palermitano, inserito nel prestigioso itinerario UNESCO dell’arabo-normanno (apertura 9-13,30).

Comments (0)