Arrivo
Partenza
Camere
Adulti
Bambini
Promo code

Leonardo e i Borbone, due mostre a Palermo

Oltre ai suoi tanti monumenti, Palermo ha da offrire ai propri ospiti anche spettacoli e iniziative di vario genere. Questa settimana vogliamo dunque scrivere di due mostre in corso, sicuramente interessanti per coloro che visitano la nostra città.
Iniziamo dalla mostra allestita a Palazzo Bonocore in occasione del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci. Il genio italiano è celebrato con un allestimento molto ricco, “Leonardo da Vinci, la Ragione dei Sentimenti”. In mostra macchine e disegni che danno la possibilità di conoscere la straordinaria complessità di Leonardo, uno dei protagonisti della cultura mondiale di tutti i tempi. La mostra, inedita e spettacolare, piacerà molto anche ai bambini in età scolare, e si inserisce nella fortunata scia dell’edutainment, le iniziative che uniscono didattica e divertimento. Si potrà visitare fino al 29 settembre 2019.

Fino al 30 giugno, invece, è stata prorogata la mostra allestita al Museo Salinas per rievocare il periodo in cui, fra 1816 e 1817, Palermo fu capitale del neonato regno delle Due Sicilie. “Palermo capitale del Regno. I Borbone e l’archeologia a Palermo, Napoli e Pompei” mette insieme opere e reperti donati all’allora Museo di Palermo dai sovrani Borbone Francesco I e Ferdinando II, per dare lustro al patrimonio del museo della nuova capitale, insieme a diverse opere provenienti da scavi finanziati dai reali a Pompei, Ercolano e Torre del Greco, prestate dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dai Parchi Archeologici di Pompei ed Ercolano.
Nelle tre sale dedicate all’allestimento si possono vedere opere e materiali provenienti da Pompei, fra cui quelli dalla Casa di Sallustio (una parte è ricostruita fedelmente in scala) donati al Museo di Palermo nel 1831 da Ferdinando II (fra essi il bellissimo gruppo scultoreo “Ercole in lotta con il cervo”); oggetti rinvenuti nell’Ottocento a Ercolano, e opere e pitture da Torre del Greco, fra cui spicca una splendida copia romana in marmo dell’originale in bronzo del Satiro versante di Prassitele.

Comments (0)