Arrivo
Partenza
Camere
Adulti
Bambini
Promo code

Alla scoperta di Monte Jato

Accanto alle aree archeologiche più famose, come la Valle dei Templi e la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, ce ne sono altre meno rinomate ma non meno interessante per chi ama l’archeologia. Fra esse, poco lontano da Palermo, c’è il sito dell’antica città di Ietas, fondata fra il 10° e il 9° secolo sulla vetta del Monte Jato e abitata fino al 1246, quando fu distrutta per ordine di Federico II di Svevia. Una storia lunga due millenni, sconosciuta fino a mezzo secolo fa.
Una lunga stratificazione che si può leggere in compagnia degli archeologi grazie alle visite organizzate nei prossimi weekend.
Si esplorerà la città ellenistica con il teatro, la piazza pubblica lastricata e circondata da portici, le Sale del Consiglio e un tempio. Ciò che sorprende di più è la magnificenza e la raffinatezza delle abitazioni private, una delle quali è fra le più ampie finora note nel mondo greco ellenistico: su due piani, con cortile colonnato, sale da banchetto con affreschi e mosaici, aveva addirittura un’elegante sala da bagno con vasca in cui giungeva l’acqua riscaldata nell’ambiente retrostante. Una vera rarità per l’epoca.
Sono visibili anche le fasi successive fino a quando la città divenne una roccaforte musulmana e fu assediata e distrutta da Federico II. Le rovine del cosiddetto Castellazzo, poco fuori dalla città, sembrano testimoni di questa fine cruenta. Quel che è stato rinvenuto durante gli scavi, tra cui le magnifiche statue che ornavano la scena del teatro, è esposto nel piccolo Antiquarium di Case D’Alia.

Le visite guidate, organizzate da CoopCulture e il Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici, mettono in rilievo anche la ricchezza ambientale di questo luogo, con il suo bellissimo panorama sulla Valle dello Jato. Il programma copre il periodo fino al 10 giugno prossimo, segnaliamo che il 13 maggio oltre all’area archeologica si visiterà una delle cantine del vino del territorio (con degustazione), mentre il 20 maggio e il 10 giugno sono previste visite dedicate alle famiglie con bambini, che potranno partecipare a una simulazione di scavo, una caccia al tesoro e altro.

Per informazioni chiamare 091 7489995 (lunedì – venerdì ore 9 – 13 e 14 – 17, sabato ore 9 – 14).

Comments (0)