Arrivo
Partenza
Camere
Adulti
Bambini
Promo code

Cosa fare ad agosto a Palermo e dintorni

Botero a Palermo

Oltre ad andare al mare e visitare i meravigliosi monumenti di Palermo, i nostri ospiti in agosto possono scegliere fra diverse attività per il tempo libero. Alcune di tutto riposo, come ad esempio visitare mostre, altre che richiedono qualche spostamento. Ma andiamo con ordine cominciando proprio da alcune delle mostre che si svolgono in questo periodo in città.

Via Crucis, la pasión de Cristo è il titolo dell’allestimento di circa 40 opere del pittore colombiano Fernando Botero. La mostra, inaugurata nello scorso periodo pasquale, ha avuto tale successo da essere stata prolungata fino a settembre. Per la prima volta in Italia, i quadri che illustrano la passione di Gesù e sono esposti nelle Sale del Duca di Montalto, nel Palazzo Reale di Palermo. Chi ama la storia e i viaggi dovrà fare un giretto a Palazzo Branciforte: qui fino al 1 novembre è allestita la mostra Uno sguardo al Grand Tour attraverso le collezioni della Fondazione Sicilia, con 52 opere grafiche e 16 volumi, realizzati tra il 1776 e il 1845, quando la Sicilia è meta irrinunciabile per uomini d’arte e viaggiatori stranieri, che percorrono l’Europa con l’intento di completare la propria formazione e cercare il sapore dell’avventura. Al Grand Tour è legata l’attività di artisti, che eseguivano vedute e paesaggi incantevoli, molti dei quali ripresi, attraverso incisioni, su rare pubblicazioni dell’epoca. Tutti i giorni alle 18:30 si può usufruire di una visita guidata di un’ora per singoli al prezzo di € 5,00 a persona e, su prenotazione, di una visita guidata in italiano e inglese per i gruppi (per info e prenotazioni tel. 091.8887767 e info@palazzobranciforte.it).

Se avete voglia di conoscere il più classico folklore siciliano (e non solo) potete recarvi proprio in questi giorni a Petralia Sottana. Fino al 16 agosto è di scena il Raduno del Folklore con l’esibizione di gruppi folcloristici da tutta Italia e dall’estero. La manifestazione culmina con la rappresentazione del Ballo Pantomima della Cordella: dodici coppie di ballerini, una per ogni mese dell’anno, danzando intrecciano e poi sfilano cordelle multicolore legate a una pertica su cui sono legate delle spighe. Durante la giornata, inoltre, numerosi personaggi in caratteristici abiti rurali rievocano l’Antico Corteo Nuziale.

Teatro classico e antico, invece, nell’area archeologica di Segesta, dove si sta svolgendo il festival Dionisiache 2015. Fra gli spettacoli in cartellone nei prossimi giorni Molto rumore per nulla di William Shakespeare e Antigone da Sofocle.

Poco lontano, a Castellammare del Golfo, dal 19 al 21 agosto si svolgono i festeggiamenti in onore di Nostra Principalissima Patrona, centrati sulla rievocazione di un evento che accadde nel 1718: l’abitato di Castellammare, che aveva preso le parti degli spagnoli nel conflitto contro gli inglesi, subiva i bombardamenti di questi ultimi ma venne salvato dalla miracolosa apparizione della Madonna circondata da angeli. La sacra rappresentazione si svolge presso Cala Marina. La festa prevede anche una processione a mare e una a terra (info ufficio turismo tel. 0924.592507).

Comments (0)