Arrivo
Partenza
Camere
Adulti
Bambini
Promo code

Shopping, che passione

Pupi siciliani

Si visitano i monumenti, si gustano le specialità locali, si passeggia per le strade e le piazze e, vista la stagione, si fa anche qualche piacevolissimo bagno (magari nel magnifico mare di Mondello che, per gli ospiti del nostro albergo, è davanti all’uscio) ma poi? Arriva il momento dello shopping! Non c’è viaggio che non preveda l’acquisto di souvenir e ovviamente una visita a Palermo e in Sicilia non fa eccezione.

Come nel resto d’Italia, nelle grandi città e nei centri commerciali si trovano i grandi marchi internazionali come H&M, Calvin Klein, Bottega Veneta, Desigual eccetera, quindi se volete approfittare della vacanza per rinnovare un po’ il guardaroba sarà il caso di dare un’occhiata. I saldi solitamente sono in gennaio/febbraio e luglio/agosto. Non mancano gli outlet dove gli stessi marchi si trovano tutto l’anno a prezzi ribassati.

Magari, però, avete più voglia di comprare qualcosa di più particolare, specificamente siciliano. Cominciamo allora, è praticamente obbligatorio! 🙂 , dalle specialità alimentari. Nei numerosi negozi di delicatessen troverete ogni ben di Dio: formaggi, olio extravergine d’oliva, vini e ancora sottoli, patè, salse. Non trascurate il pane, che in Sicilia è sempre buono. Specie se vi capita di passare da qualche paese più piccolo, dove la lavorazione è quasi sempre artigianale, una visita a un panificio è un must. A Monreale, ad esempio, e a Piana degli Albanesi: i due paesi nei pressi di Palermo sono entrambi conosciuti per il sapore e la qualità del pane tradizionale.

Spesso nei panifici vengono prodotti anche dolci. La tradizione dolciaria siciliana è antichissima ed è fra le più importanti d’Italia, con alcune specialità che con la loro bontà hanno da tempo travalicato i confini nazionali. Cassata e cannoli in primis, ma anche pasticceria a base di mandorle e biscotti secchi sono un must per i golosi. Molti pasticceri si sono attrezzati con speciali imballaggi particolarmente resistenti al trasporto, per venire incontro ai desideri dei propri clienti forestieri.

Un altro capitolo importante nello shopping più tradizionale è quello dell’artigianato e anche qui la Sicilia ha molto da offrire. Il posto d’onore spetta alla produzione di ceramiche, che nasce anch’essa da un’antica tradizione. Molto colorate o essenziali, dalle forme semplici o più elaborate, le ceramiche possono essere sia decorative che di uso quotidiano – spesso le due cose insieme. Servire i pasticcini su un bel piatto dipinto a mano fa tutto un altro effetto!
La capitale indiscussa della ceramica siciliana è Caltagirone (Catania) ma un importante polo di produzione si trova anche a Santo Stefano di Camastra (Messina) e artigiani sono attivi un po’ ovunque, da Palermo a Sciacca.

Ci sono poi i prodotti tipici di una determinata zona o città: a Modica (Ragusa), ad esempio, c’è un’importante produzione di cioccolato, la cui ricetta unica discende direttamente da quella degli antichi Aztechi, importata in Sicilia durante la dominazione spagnola. A Catania e alle Eolie troverete monili in pietra lavica, a Erice (Trapani) i colorati tappeti tessuti a mano.
Un ultimo cenno va al carrettino e ai pupi siciliani. Autentici simboli dell’isola, si trovano in tutti i negozietti di souvenir. La produzione è perlopiù seriale, quindi non aspettatevi capolavori di manualità, anche se sono comunque oggetti gradevoli che danno un tocco di colore agli arredamenti. Durante le passeggiate in città, comunque, tenete gli occhi aperti: alcuni, pochi artigiani sono ancora presenti e da loro sarà possibile acquistare un carrettino o un pupo di qualità superiore.

Comments (0)